info@filomenatripputi.it
380 689 3791

La depressione mascherata o “invisibile”

Esiste un tipo di depressione che non si vede, che è nascosta dietro sintomi corporei, e invece è legata all’emotività.

La depressione mascherata è, spesso, la forma depressiva più difficile da diagnosticare ed inquadrare; è un disturbo dell’umore che si traduce in sintomi fisici, più che psichici, ancora oggi di difficile comprensione.

La persona che ne è affetta percepisce una diffusa sofferenza somatica, più che emotiva; i vissuti e le emozioni non sono orientati al pessimismo o alla depressione, ma è il corpo a soffrire, a lamentarsi e lo fa in modo velato, come un codice che va interpretato.

Le donne risultano più colpite rispetto agli uomini. Quali sono i sintomi manifestati? La persona può lamentare:

  • mal di testa
  • mal di collo
  • mal di schiena
  • stanchezza psico-fisica
  • dolori muscolari o contratture
  • crampi
  • vertigini
  • insonnia o difficoltà nel dormire
  • ansia e irrequietezza
  • senso di bruciore od oppressione al petto
  • disturbi gastrici o digestivi

Spesso la persona ha difficoltà a svegliarsi o alzarsi dal letto, ha difficoltà a comunicare e tende a rimuginare costantemente sui suoi sintomi. A volte questa sintomatologia può essere così invalidante da impedire lo svolgimento delle normali attività quotidiane e lascia una mancanza di speranza che va ad influenzare ancora più negativamente l’umore.

Questi sintomi non sono giustificati da nessuno sforzo fisico inconsueto, trauma fisico, tipologia di cibi ingeriti. Inizialmente la persona, preoccupata ed allarmata per i continui dolori corporei, si reca dal medico per fare accertamenti; ad esami negativi si inizia a balenare l’ipotesi che la causa possa essere psicologica e non organica come si pensava.

Quali sono i campanelli d’allarme?

In genere la persona manifesta:

  • una familiarità con i disturbi depressivi o con una “tendenza a somatizzare” (parenti che ne sono affetti)
  • tendenza a somatizzare periodi o situazioni stressanti
  • sintomi fisici che scompaiono e riappaiono spontaneamente con un andamento ciclico seguendo i cambi stagionali
  • dolore che scompare con l’assunzione di farmaci antidepressivi
  • sentimenti di tipo depressivo

Quali sono le cause?

Non bisogna intendere il malessere fisico come qualcosa di slegato dall’emotività; ogni somatizzazione porta, spesso, con sé un codice che può essere palesato solo attraverso il corpo.

La depressione è un congelamento degli affetti, soprattutto negativi, quali la tristezza, la rabbia, la frustrazione, l’impotenza, l’inadeguatezza, che la persona può far fatica ad esprimere ed accettare come parte di sé.
È proprio in quest’ottica che va interpretata la depressione mascherata; non posso permettermi di proferire la mia sofferenza, allora lascio che sia il corpo a parlare al mio posto, attraverso un codice inespresso che va riletto e aiutato a venir fuori, ad emergere.

Come si cura?

La depressione mascherata va, prima di tutto, diagnosticata con certezza e discussa con la persona che ne è affetta durante una consulenza psicologica.

In secondo luogo è necessario:

  • un percorso psicoterapeutico, volto alla comprensione delle cause profonde della patologia e a ritrovare le risorse interne per operare un cambiamento
  • una terapia farmacologica a base di anti-depressivi, che allevii, inizialmente, i sintomi somatici della depressione.

Il percorso psicoterapeutico è un trattamento che, nel lungo tempo, ristabilisce l’equilibrio interno che è stato perso, fino al raggiungimento della guarigione. Uscirne è possibile.

1° consulenza psicologica gratuita >

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *